IMU - TASI - TARI ANNO 2016


I.U.C.   ANNO  2016

IMU  -   TASI – TARI

  

 I.M.U.

(Imposta Municipale Propria) 

ALIQUOTE:

Aliquota “ridotta” nella misura dello 0,40% per:

a) abitazioni principali:

- immobile iscritto o iscrivibile nel catasto edilizio urbano come unica unità immobiliare nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9, nel quale il possessore e il suo nucleo familiare dimorano abitualmente e risiedono anagraficamente;

- abitazione assegnata al coniuge disposta a seguito di separazione legale, annullamento, scioglimento o cessazione del matrimonio;

- abitazione posseduta a titolo di proprietà o di usufrutto da soggetto anziano o disabile che ha acquisito la residenza in istituto sanitario o di ricovero a seguito di ricovero permanente, a condizione che la stessa non risulti locata;

b) pertinenze dell' abitazione principale (di cui al precedente punto a) classificate nelle categorie catastali C/2, C/6, C/7 nella misura massima di un'unità pertinenziale per ciascuna delle categorie catastali indicate.

Aliquota di base ordinaria nella misura dello 0,76%

a) Terreni agricoli

b) Aree edificabili;

Aliquota di base ordinaria nella misura dello 0,96% per tutte le altre categorie di fabbricati nella fattispecie per:

a) immobili ad uso abitativo che non rispondano al requisito di abitazione principale;

b) le unità immobiliari accatastate nelle categorie catastali C/2, C/6, C/7 che non rispondono al

requisito di pertinenza dell'abitazione principale;

c) le unità immobiliari classificate nelle categorie catastali C/1 (negozi e botteghe) e C/3 laboratori

per arti e mestieri) e per gli altri immobili classificati nella categoria C;

d) le unità immobiliari classificate nella categoria catastale A/10 (uffici e studi privati).

e) tutte le unità immobiliari ad uso non abitativo classificate nelle categorie D

 

COSA E’ CAMBIATO:

Il Governo ha abrogato la disposizione che permetteva ai Comuni di disporre con propria delibera l’assimilazione all’abitazione principale delle unità immobiliari concesse in comodato a parenti di 1° grado. Queste abitazioni nel 2016 saranno soggette ad aliquota ordinaria, salvo che non si rispettino le condizioni previste per il nuovo comodato, il quale però non prevede più l’assimilazione ma solo una riduzione al 50% della base imponibile.

Queste le condizioni del comodato tra figli e genitori:

a) il contratto di comodato sia regolarmente registrato;

b) il comodante possieda un solo immobile in Italia e risieda anagraficamente nonché dimori abitualmente nello stesso comune in cui è ubicato l’immobile concesso in comodato. Tuttavia, l’agevolazione in questione si estende anche al caso in cui il comodante sia possessore, nello stesso comune in cui si trova l’immobile concesso in comodato, di un altro immobile adibito a propria abitazione principale (non di lusso).

 

ESENZIONE:

ai sensi dell'art. 1, comma 708 della L. 147/2013 dal 2014 non è dovuta l’imposta municipale propria per i fabbricati rurali ad uso strumentale.

 

IMU TERRENI AGRICOLI:

è confermata l’esenzione per i terreni agricoli ubicati in comuni montani e parzialmente montani (questi ultimi solo se posseduti da coltivatori diretti e IAP) ed è introdotta l’esenzione per tutti i terreni agricoli posseduti e condotti da coltivatori diretti e IAP.

 

QUOTA STATALE:

è riservato allo Stato il gettito dell'imposta sugli immobili classificati nella categoria catastale D, calcolato applicando l'aliquota base dello 7,60 ‰.

 

T.A.S.I.

(Tributo per i servizi indivisibili)

 

ALIQUOTE :

Fabbricati rurali ad uso strumentale, altri fabbricati ed aree edificabili      1,00  ‰

 

ESENZIONE:

È stata abolita la TASI per gli immobili adibiti ad abitazione principale e relative pertinenze, sempre se trattasi di categorie catastali non di lusso (cioè diverse da A/1, A/8 e A/9).

La TASI non sarà nemmeno dovuta dall’inquilino, per la sua quota di competenza, qualora l’immobile occupato sia la sua abitazione principale.

L’abolizione della TASI si applica anche all’immobile assegnato all’ex coniuge legalmente separato e all’immobile degli appartenenti alle forze dell’ordine trasferiti per ragioni di servizio.

 

SCADENZE PAGAMENTI 

ACCONTO 16 GIUGNO 2016 

SALDO 16 DICEMBRE 2016

Essendo una tassa in autoliquidazione i Contribuenti  dovranno provvedere in autonomia al calcolo dell’importo dovuto.

 

 

T.A.R.I.

Tassa sui rifiuti

 

Il corrispettivo TARI è gestito dal Comune di Calvatone che provvederà ad inviare i moduli di pagamento precompilati ai contribuenti:

 

 

TERMINE PER IL VERSAMENTO:

Acconto: 16 giugno 2016

Saldo: 16 dicembre 2016

 


Collegamenti